Cerca nel blog

lunedì 31 ottobre 2016

Extempore - Ciascuno a suo modo - mostra arte contemporanea

Il prossimo 5 novembre una selezione di artisti della galleria SpazioELLE – centro di ricerca e sperimentazione artistica di Castel Gandolfo (Roma)* sarà ospite della Galleria Civica d'Arte Contemporanea Franco Libertucci** di Casacalenda (CB). 

In esposizione, dalle ore 17:30 alle 20:00, opere realizzate da Laura Giovanna Bevione, Domenico Cornacchione, Aldisio D'Elia, Andrea D'Elia e Toni Rotunno. 

Questa mostra, intitolata Extempore, rientra nel progetto artistico "Ciascuno a suo modo", ideato dallo SpazioELLE e patrocinato dal Comune di Casacalenda (CB).

"Ciascuno a suo modo" è una riflessione sul rapporto tra arte e realtà, o meglio tra la realtà e la sua rappresentazione. 

Al centro del progetto una serie di Fotografie che Domenico Cornacchione realizzerà proprio il 5 novembre ai visitatori della mostra e che poi, rielaborate graficamente, saranno esposte in altre due mostre, una allo SpazioELLE nel mese di gennaio 2017, e l'altra nuovamente alla Galleria Franco Libertucci di Casacalenda nella prossima estate. 

L'intento è di mettere al centro del progetto la popolazione locale, fotografarla e trasformare la loro immagine in opera d'arte.

Galleria Civica d'Arte Contemporanea "Franco Libertucci "
Casacalenda (CB) Corso Roma, 78

Extempore

Laura Giovanna Bevione, Domenico Cornacchione, Aldisio D'Elia, Andrea D'Elia e Toni Rotunno.

A cura di
Domenico Cornacchione

Sabato 5 novembre 2016 
dalle ore 17:30  alle ore 20:00

Ingresso gratuito

*SPAZIO ELLE è un nuovo spazio espositivo gestito dall'Associazione Culturale LA CICALA. Situato a Castel Gandolfo (Roma), in Via del mare 138, esattamente dove la periferia di Castel Gandolfo incontra quella di Albano Laziale formando un nuovo "centro periferico".
Questo spazio per l'arte contemporanea sorge, volutamente, in quella che è definita l'estrema periferia romana, per capirne il senso bisogna considerare che tra i fondatori troviamo Laura Giovanna Bevione e Domenico Cornacchione, due artisti che hanno fatto del decentramento culturale e del lavorare in provincia la loro cifra stilistica.

** La Galleria Civica d'Arte Contemporanea "Franco Libertucci " di Casacalenda (CB) ha sede nel Palazzo Comunale. La Galleria nasce come corpo distinto ma parallelamente al MAACK (Museo all'Aperto d'Arte Contemporanea Kalenarte). Le opere in essa allestite provengono principalmente da donazioni di artisti ospitati dal MAACK alle quali fecero seguito altre provenienti da artisti che, venuti a conoscenza di questo ambiente culturale, ne desideravano far parte.




--
www.CorrieredelWeb.it

Arriva la grande mostra Artemisia Gentileschi > dal 30 novembre 2016 all' 8 maggio 2017 > Museo di Roma a Palazzo Braschi

Aggiungi didascaliaArtemisia Gentileschi Ester e Assuero  Olio su tela 69.281 cm 208,30 x 273,70 x 0,00 
Lent bt The Metropolitan Museum of Art, Gift of Elinor Torrance Ingersoll, 1969

Museo di Roma Palazzo Braschi
30 novembre 2016 - 8 maggio 2017
 
Arriva nella Capitale una grande mostra romana dedicata a una delle artiste più appassionanti e amate dal grande pubblico, Artemisia Gentileschi: dal 30 novembre 2016 al Museo di Roma a Palazzo Braschi, magnifico edificio del XIX secolo, tra Piazza Navona e Corso Vittorio Emanuele II.

L'esposizione, promossa e prodotta da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Arthemisia Group e organizzata con Zètema Progetto Cultura, nasce da un'idea di Nicola Spinosa, avvalendosi di un prestigioso comitato scientifico ed è curata dallo stesso Spinosa per la sezione napoletana, da Francesca Baldassari per la sezione fiorentina, e da Judith Mann per la sezione romana.

L'artista, nata a Roma nel 1593 e morta a Napoli nel 1653, protagonista di noti episodi drammatici e scandalosi, ha vissuto e lavorato principalmente in tre città: Firenze (dal 1613 al 1620), Roma (dal 1620 al 1626) e Napoli (dal 1626 al 1630). 

La mostra è un viaggio nella vita e nell'arte di Artemisia, con un approfondito esame degli scambi e delle influenze con gli artisti a lei vicini.

Frutto di un lunghissimo lavoro preparatorio, la mostra vanta prestiti da tutti i principali musei del mondo - dal Metropolitan Museum di New York, dal Museo di Capodimonte, dal Wadsworth Atheneum di Hartford Connecticut, dalla Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze e dal Národní galerie v Praze di Praga -, ed opere straordinarie quali Giuditta che taglia la testa a Oloferne (Museo di Capodimonte), Ester e Assuero (Metropolitan Museum di New York), Autoritratto come suonatrice di liuto (Wadsworth Atheneum di Hartford Connecticut) e moltissime altre.

Accanto alle opere di Artemisia, anche quelle dei grandi protagonisti del '600 come Cristofano Allori, Simon Vouet, Giovanni Baglione, Antiveduto Grammatica  e Giuseppe Ribera.

Catalogo edito da Skira.


INFO MOSTRA
Tel 06 0608 (tutti i giorni ore 9 - 21)
www.museodiroma.it; www.museiincomuneroma.it; 
@museiincomune #ArtemisiaRoma

Museo di Roma Palazzo Braschi
Ingresso da Piazza Navona, 2 e da Piazza San Pantaleo, 10

DATE
30 novembre 2016 - 7 maggio 2017

ORARI
Dal martedì alla domenica    
Dalle ore 10 - 19 (la biglietteria chiude alle 18)
Giorni di chiusura: lunedì; 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio

BIGLIETTI
Biglietto "solo mostra": € 11 intero;  € 9 ridotto
gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente.




--
www.CorrieredelWeb.it

A Capaci un “Viaggio nel passato”, Mostra Etnoantropologica promossa da SiciliAntica.


Nell'ambito della Sagra della Vastedda, SiciliAntica, in collaborazione con il Comune di Capaci e l'Associazione culturale Storia & Militaria, organizza la mostra etnoantropologica "Viaggio nel passato".

L'esposizione si terrà martedì 1 Novembre 2016 a Palazzo dei Conti Pilo a Capaci con apertura al pubblico dalle ore 10,00 alle ore 22,00. Patrizia Genova e Armando Chiaramonte dell'Associazione Satiro Danzante eseguiranno nel pomeriggio dei canti popolari.

L'ingresso è libero.

La mostra racconta il nostro passato attraverso i suoi oggetti. Verranno esposti aratri, selle, falce e oggetti per mietitura del grano, forcone e pala da frumento, setacci, damigiane impagliate, fascelle per la ricotta impagliate, macina per cereali, ceste e panari, nasse e reti da pesca, arnesi da calzolaio, finimenti per cavalli, coffe, attrezzi da falegname e da sarto, vecchie macchine da cucire e ferri da stiro, oggetti da lavandaia, braciere con diversi scalda letto.

Inoltre esposte alcune sculture in tufo realizzate da Francesco Bologna. Nel Museo civico, dove è ospitata la mostra, si potrà ammirare anche un antico frantoio.

Da quella sala inoltre si potrà accedere al Museo delle divise militari dell'Associazione nazionale carabinieri. La Mostra curata di Agata Sandrone. L'esposizione sarà visitata dalla scuola Media Biagio Siciliano di Capaci.


--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 28 ottobre 2016

Galleria VV8, Reggio Emilia | Chiara Tagliazucchi | 5 novembre - 5 dicembre 2016

VV8artecontemporanea

Chiara Tagliazucchi

AD ACQUE TRANQUILLE

5 novembre – 5 dicembre 2016

Inaugurazione: sabato 5 novembre, ore 18.00



La Galleria VV8artecontemporanea di Reggio Emilia (Cortile di Palazzo Borzacchi, Via Emilia Santo Stefano 14) presenta, dal 5 novembre al 5 dicembre 2016, la mostra personale di Chiara Tagliazucchi, "Ad acque tranquille".

L'esposizione sarà inaugurata sabato 5 novembre 2016, alle ore 18.00, alla presenza dell'artista.

Nata a Modena nel 1972, dopo una laurea in Economia Aziendale all'Università di Modena e Reggio Emilia, Chiara Tagliazucchi si diploma all'Accademia di Belle Arti di Bologna (2003).

In mostra, opere ad olio su tela e su tavola, di piccolo e grande formato.

La pittura di Chiara Tagliazucchi ha una dimensione narrativa.

I soggetti delle opere (tratti dal cinema contemporaneo, da stampe antiche o anche da fotografie di spedizioni geografiche ottocentesche) vengono associati tra loro in modo da evocare frammenti di storie.

I titoli sono citazioni rubate a libri letti, versi da salmi, frasi raccolte, custodite e meditate mentre la vita scorre. Sui paesaggi regna il silenzio, siano essi mari artici tempestosi, boschi attraversati di corsa o acque tranquille.

Una luce intensa, che contrasta con i colori lividi e quasi viscerali degli elementi naturali, suggerisce la presenza di un disegno più grande.

Ogni opera sembra richiamare una domanda di senso dell'esistenza.

Nell'osservatore resta un senso di sospensione, di attesa, la sensazione che ci sia qualcosa di irrisolto, uno sguardo verso il mistero.

Il cinema, attraverso la sceneggiatura e la fotografia influenza le visioni dell'artista, mentre la letteratura imprime sulla pittura un carattere delicato.

Le opere in mostra, pur attingendo ispirazione dal cinema con-temporaneo, non assumono un carattere Pop e ci restituiscono un mondo intimo, spirituale.

La mostra, sarà visitabile fino al 5 dicembre 2016, da martedì a sabato con orario 10.30-13.00 e 16.30-20.00, oppure su appuntamento.


SCHEDA TECNICA:
Chiara Tagliazucchi
Ad acque tranquille
Inaugurazione: sabato 5 novembre, ore 18.00
Date: 5 novembre – 5 dicembre 2016
Orari: da martedì a sabato ore 10.30-13.00 e 16.30-20.00, oppure su appuntamento.

PER INFORMAZIONI:
VV8artecontemporanea
Cortile di Palazzo Borzacchi 
Via Emilia S. Stefano, 14
42121 Reggio Emilia 
Tel/Fax: +39 0522 432103
www.vv8artecontemporanea.it
info@vv8artecontemporanea.it


--
www.CorrieredelWeb.it

Gruppo Euromobil tra i partner di Storie dell'Impressionismo, a Treviso






In linea con i propri valori, il gruppo veneto supporta la mostra curata da Marco Goldin


Falzé di Piave (TV), 28 ottobre 2016 - Gruppo Euromobil è fidelity sponsor della mostra "Storie dell'Impressionismo"che avrà luogo al Museo di Santa Caterina di Treviso dal 29 ottobre 2016 al 17 aprile 2017. 

Una galleria di grandi opereprodotte dai più importanti artisti dell'impressionismo, come Monet, Renoir, Van GoghGaugin, organizzata da Linea d'ombra.

Non è una novità per il gruppo veneto sostenere l'arte. 

Oltre che come imprenditori, i fratelli Lucchetta sono infatti molto conosciuti nel mondo dell'arte internazionale per la peculiare capacità di affiancare impresa e cultura, attraverso un'ininterrotta opera di mecenatismo che parte da lontano, agli inizi degli anni '80, e che ha dato sostegno a oltre 400 mostre nei musei di tutto il mondo, tra i quali, il Louvre e il museo d'Orsay a Parigi, l'Hermitage a San Pietroburgo e il Guggenheim di Bilbao.

"Frequentare il mondo dell'arte ci insegna a guardare avanti verso nuovi orizzonti sconosciuti al mondo dell'industria" – sostiene Gaspare Lucchetta, AD di Gruppo Euromobil – "Integrare l'arte con l'industria rende diverso il nostro modo di essere azienda e fa crescere culturalmente tutte le persone che vi sono collegate

L'arte allena l'occhio al bello e ci rende sereni, ci fa vivere il nostro tempo in modo diverso.
Abbiamo fatto nostro l'entusiasmo con cui il pubblico ha accolto le proposte di Marco Goldin, e le abbiamo rese motivo di orgoglio e di stimolo per le nostre aziende e per i nostricollaboratori

Perché per noi l'abbinamento "Arte & Design" non è uno slogan, ma una filosofia del nostro operare quotidiano".

Il sodalizio tra Gruppo Euromobil e Linea d'ombra dura da oltre vent'anni. Il Gruppo ha investito con convinzione sulle mostre che Linea d'ombra è andata via via offrendo al pubblico italiano e non solo, a partire da Conegliano, poi a Treviso, Torino, Genova, Brescia, Rimini, Vicenza e nuovamente nella nostra città, Treviso.



COURBET_680
Gustave Courbet, L'onda, 1871 circa
olio su tela, cm 46 x 55
Edimburgo, Scottish National Gallery
  
VAN_GOGH_1761
Vincent van Gogh, Paesaggio con covoni e luna crescente, 1889
olio su tela, cm 72 x 91,3
Otterlo, Kröller-Müller Museum

RENOIR_338
Pierre Auguste Renoir, Mademoiselle Irène Cahen d'Anvers (La piccola Irene), 1880
olio su tela, cm 65 x 54
Zurigo, Fondazione Collezione E. G. Bührle



--
www.CorrieredelWeb.it

Mostra DALì EXPERIENCE a Bologna, Palazzo Belloni / 25 novembre 2016 - 7 maggio 2017






Una mostra che si trasforma in un'esperienza culturale innovativa, "diffusa" e immersiva, Dalì Experience sarà il grande evento protagonista a Bologna dal 25 novembre 2016 al 7 maggio 2017.

Organizzata da con-fine Art con il patrocinio del Comune di Bologna e con il sostegno di QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno, l'evento espositivo dedicato al genio intramontabile di Salvador Dalì (Figueres 1904 - 1989), avrà sede a Palazzo Belloni, prestigioso edificio storico bolognese al 19 di via Barberia, fulcro di una manifestazione senza precedenti che coinvolgerà e animerà tutta la città.

Circa 200 opere, provenienti dalla Collezione "The Dalì Universe", una delle più ricche documentazioni della storia artistica di Dalì, saranno protagoniste di un percorso interattivo e multimediale, che invita il visitatore ad un'esperienza coinvolgente e partecipativa. Si tratta di 22 sculture museali, 10 opere in vetro realizzate alla fine degli anni '60 in collaborazione con la famosa cristalleria Daum di Nancy, 12 Gold objects, più di 100 grafiche tratte da 10 libri illustrati e 4 sculture monumentali che saranno posizionate in punti strategici del centro storico.

A cura del gruppo creativo Loop, eccellenza italiana nella progettazione di tecnologie interattive applicate all'arte e al design, Dalì Experience nasce per avvicinare il grande pubblico agli aspetti meno conosciuti del fantasmagorico artista catalano, con un approccio di ultimissima generazione.

L'aspetto curatoriale non convenzionale si fa "atto creativo" che, a partire dall'opera, restituisce ulteriori livelli di fruizione e di comprensione, e coinvolge ogni aspetto della mostra, come fosse un'opera totale. L'intento è quello di entrare in empatia con l'artista per trasmettere al pubblico un messaggio emozionale, non didascalico, dove la multimedialità e l'interazione diventano parte integrante della narrazione e non elementi accessori o di contorno.

I visitatori si immergeranno nel labirinto della mente poliedrica dell'autore per scoprire i risultati creativi della sua infinita immaginazione. Un viaggio attraverso le multi-dimensioni: dalla bidimensionalità delle grafiche, alla tridimensionalità delle sculture, fino alla quarta dimensione virtuale al di là dello spazio e del tempo.

Lo spettatore sarà continuamente stimolato a mettere in campo tutti i sensi per interagire con l'Universo Dalì, in cui le opere dialogano con installazioni interattive (animazioni 3d, realtà aumentata, proiezioni immersive) in un tour di continua scoperta e sorpresa, che invita a sperimentare. Nel percorso espositivo si scopriranno le diverse anime del maestro, il cui contributo creativo non è solo associato alla pittura surrealista ma tocca i più diversi e fertili ambiti della cultura del XX secolo: dal cinema alla moda, dal design alla pubblicità, dalla letteratura alla cucina, fino alla psicanalisi, alla fisica delle particelle e alle nuove tecnologie.

L'idea, e la sfida, è di ripensare i luoghi espositivi come contenitori fluidi all'interno e aperti verso l'esterno, in osmosi con il territorio; centri propulsori dai quali la cultura si espande in maniera centrifuga, coinvolgendo la città per renderla partecipe e protagonista. Per questo motivo saranno programmati appuntamenti ed eventi "surreali" a 360 gradi, che si svolgeranno anche a sorpresa e in luoghi imprevedibili, in partnership con istituzioni e realtà locali, in un continuo rapporto fuori-dentro, online-offline, reale-virtuale.

Per esempio sarà a disposizione una App di Realtà Aumentata per osservare il paesaggio urbano con lo sguardo di Dalì scoprendo gli strani oggetti del suo mondo distribuiti su tutto il territorio, e fare foto da condividerle sui principali social network, dove la mostra avrà una presenza costante con l'hashtag #daliexperience.

Dalì Experience è, inoltre, la prima tappa di un progetto di ampio respiro e inaugura la centralissima location di Palazzo Belloni, strategicamente posizionata tra piazza Malpighi e piazza Maggiore. Uno spazio espositivo di circa 800 mq al piano terreno che si propone come punto di riferimento per un nuovo modo di fare mostre in senso interdisciplinare, aperto ed esperienziale.

Anche il catalogo, realizzato da con-fine edizioni, curato da Claudio Mazzanti e Gino Fienga con la direzione artistica di Patrizio Ansaloni, proporrà stimoli e suggestioni originali, sollecitando il lettore a una nuova complicità.


DALÌ EXPERIENCE
25 novembre 2016 – 7 maggio 2017
Palazzo Belloni, Via Barberia 19
40123 Bologna


INFO
T 051 6555000
info@confineart.com - www.daliexperience.it


ORARI
da martedì a giovedì h 10 – 20,
venerdì e sabato h 10 – 23, lunedì chiuso,
chiusura biglietteria 45 minuti prima


INGRESSI
Intero 14 euro, ridotto 12 euro, riduzioni speciali 7 euro
Audiopenna interattiva inclusa


VISITE GUIDATE
Visite guidate e laboratori sperimentali per scuole e gruppi / Visite guidate esperienziali per non vedenti e non udenti
Info costi e prenotazioni
T 051 6555000 info@confineart.com


ORGANIZZATA DA
con-fine Art

CON IL PATROCINIO DI
Comune di Bologna

CON IL SOSTEGNO DI
QN Quotidiano Nazionale
il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno

A CURA DI
Loop




--
www.CorrieredelWeb.it
Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI