Cerca nel blog

sabato 30 gennaio 2010

Mostra InsideOut, evento di Arti Multimediali Cina/Italia

Mostra-evento di Arti Multimediali Cina/Italia

InsideOut


che si terrà dal 12 al 26 Febbraio 2010

al C.A.R.M.A. (Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate)

presso gli spazi della Casa dei Popoli

a cura di Mariagrazia Costantino, Veronica D'Auria e Frine Beba Favaloro

Il nucleo dell'evento sarà costituito dall'esposizione delle opere di due videoartisti: il cinese Zhang Peili, maestro e pioniere della videoarte cinese, già Direttore del New Media Department della China Academy of Fine Arts di Hangzhou, e l'italiano Lino Strangis, giovane e promettente artista, già apprezzato dalla critica di settore e autore di diverse opere riguardanti la Cina.

In occasione del vernissage e del finissage si svolgeranno inoltre un concerto di musica classica cinese e una performance di musica elettronica sperimentale realizzata dal gruppo Stereocilia Project in collaborazione con Ji Chaolin.

L'evento è stato realizzato con il sostegno dell'Istituto Confucio Sapienza Università di Roma e dell'Associazione Generale Comunità Cinese di Wencheng in Italia del Sud, e con il patrocinio della Fondazione Italia Cina e del MLAC – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell'Università di Roma Sapienza.


giovedì 28 gennaio 2010

Mostra Fotografica A MUNDZUKU KA YINA “IL NOSTRO DOMANI”


OFFICINE FOTOGRAFICHE

PRESENTA

A MUNDZUKU KA YINA "IL NOSTRO DOMANI"

Progetto della Onlus Basilicata/Mozambico per i giovani delle baraccopoli di Maputo

Dal 6 al 20 febbraio 2010

Inaugurazione sabato 6 febbraio ore 19

Interverrà Daniele Testa fotografo e volontario del laboratorio in Mozambico

Un laboratorio di fotografia nella discarica di Maputo, in Mozambico. Per tornare a sognare il futuro.

Qualcuno forse diventerà reporter, altri muratori, qualcuno falegname.
I più fortunati. Molti invece torneranno alla vita di sempre perché l'uovo marcio di oggi è una garanzia per la sopravvivenza di domani.
A Barrio di Hulene, alla periferia di Maputo in Mozambico, è sorto un agglomerato di baracche attorno alla Lixiera: grande discarica di cui la gente e la città ogni giorno si nutre.
Nel 2008 Roberto Galante con il sostegno dell'Associazione Basilicata Mozambico di Matera ha ideato e condotto il progetto A Mundzuku Ka Yina, nome scelto dai ragazzi del laboratorio che in lingua shangan significa "il nostro domani".
Tra cumuli di spazzatura e baracche è nato così un laboratorio di comunicazione nel quale si insegna fotografia, video ed elaborazione digitale.
Non solo opportunità di formazione per chi insegna e chi viene a imparare ma luogo di incontro e scambio tra due mondi lontanissimi dove si sedimenta la memoria di un posto che a dispetto di tutto esiste.
Officine fotografiche dal 6 al 20 febbraio ospiterà il lavoro fotografico che prende il nome dal progetto "Il nostro domani".
Il lungo e difficile percorso vede protagonisti le opere realizzate dai ragazzi della lixeria. L'inizio non è stato dei più semplici.
I ragazzi chiaramente guardavano il tutto con sospetto. Il laboratorio è partito dalla pratica sul campo, dal lavoro fianco a fianco dei maestri volontari con i ragazzi.
In una prima fase i volontari hanno cercato di sviluppare le potenzialità degli allievi attraverso il gusto innato che ognuno di noi possiede da cui sviluppare un proprio modo di operare e leggere la realtà.
In contemporanea nel laboratorio si lavorava su diverse forme espressive: composizione, foto, narrazione e riprese video ricavando da ognuna di esse quelle "regole universali" che accomunano le varie forme di espressione artistica e umana che sono alla base di ogni composizione.
Oltre ad apprendere le tecniche fotografiche e di ripresa, i ragazzi, partendo dalla propria esperienza di vita e dalla propria potenzialità espressiva hanno cominciato a comprendere cosa significa narrare e costruire una storia.
Le immagini raccontano, comunicano storie e fatti, hanno una propria struttura narrativa, un proprio andamento e un proprio ritmo come le parole o la musica. Il tema del laboratorio è stata la vita, i rapporti umani, i desideri e i sogni che attraversano Barrio Hulene: universo della discarica.
Sono così usciti lavori che tralasciano il pietismo con cui siamo abituati a guardare queste realtà.
Le loro immagini hanno restituito un mondo pieno di pulsioni attive, a suo modo solidale, colorato ma sopratutto denso di ispirazione umana.
I ragazzi esprimono in prima persona l'intensa vitalità racchiusa nel loro intimo, malgrado la loro poca esperienza hanno saputo scegliere il momento, il luogo e l'evento da raccontare e imprimere.
Attraverso storie di vita, raccontano dinamiche umane fatte di amore, eccessi e speranze.
La quotidianità dei luoghi è espressa mediante fili sottili che legano i protagonisti al degrado: una ripresa diretta sul panorama che lì circonda carica di umanità

La moda Vintage di ricerca a Milano sta nella botte piccola come il buon vino

E' indirizzato a tutti gli stilisti, manager di prodotto, cool-hunters e produttori del pret-à-porter, dell'alta moda e delle pelletterie e calzaturifici d'alta gamma, in particolar modo ai designer di accessori.
Si chiama VINTAGE Workshop® ed é l'unica esposizione dedicata alla moda d'epoca prettamente di ricerca. Arrivata alla sua 24a edizione, presenterà in due distinte sessioni e con assortimenti differenziati borse, scarpe, cinture, cappelli, lingerie, corsetteria, foulards, cravatte ed altri accessori Vintage rivolti ad ispirare le future collezioni moda per le tendenze Primavera/Estate 2011.
L'appuntamento é, come di consueto, presso il salone Trafalgar dell'Hotel Admiral di via Domodossola a Milano per i prossimi 1,2,3 e 16,17,18 febbraio 2010 con libera ammissione via breve registrazione in loco.

Le prossime due edizioni di Vintage Workshop® Milano saranno articolate esponendo in prima sessione borse, scarpe, cinture, valigeria e piccola pelletteria d’epoca. Questo soprattutto perché i clienti e visitatori che giungeranno all’Admiral Hotel dall’1 al 3 febbraio saranno presenti anche per visitare la contestuale Anteprima Pelle.
Oltre a scarpe, borse e accessori di pelletteria che verranno opportunamente riassortiti, la seconda sessione che si svolgerà dal 16 al 18 febbraio, darà spazio anche a foulards, costumi da bagno, lingerie, corsetteria, cravatte poiché l’evento sarà indirizzato soprattutto agli stilisti e i buyers che si occupano di queste merceologie e che in quelle date si troveranno in città anche per visitare la fiera MilanoUnica.

E, come recita il flyer d'invito opportunamente in Inglese considerata l'alta affluenza di professionisti della moda stranieri ("It is not a fair! It's a top vintage research exhibition and sale!") l'accento sarà posto non tanto sulle dimensioni di questo evento o sulla quantità di esemplari esposti, bensì, ancora una volta, sulla qualità e varietà delle proposte in esposizione così come l’accurata selezione.

La sfida di Vintage Workshop® sarà quella di dimostrare da una parte la differenza fra l’inedito e il già visto, dall’altra, la reale qualità e autenticità a prezzi adeguati o addirittura convenienti se paragonati a indumenti e accessori caratterizzati da “qualità fasulla”, ossia costituita da prodotti mediocri o stilisticamente banali a prezzi troppo elevati rispetto al loro reale valore.



RIFERIMENTI
Vintage Workshop® Milano:
Infoline via sms durante gli eventi: 339-6729704
Sede: Admiral Hotel, Largo Domodossola 16, Milano
Orari: 1a sessione: 1/3 febbraio 2010 9/20 continuato. (1° giorno dalle 13 alle 20) 2a sessione: 16/18 febbraio 2010 9/20 continuato.(Salvo l’ultimo giorno dalle ore 9 alle 13)
Ingresso: libero con breve registrazione direttamente presso l’hospitality desk.
Organizzazione:Associazione Culturale Ricercatori Moda d'Epoca www.vintageworkshop.it



Notizia a cura dell’Uff. stampa Comunicazione e Marketing Perla, Vicenza, comunicazionenuova@libero.it
Vicenza, 26.01.2010

mercoledì 27 gennaio 2010

IRENE FRENGUELLOTTI E ARABA FENICE Domenica 07 Febbraio ’10 Auditorium Gazzoli h 17:30


Continua il fortunato connubio arte-musica proposto dall’Associazione Culturale Araba Fenice e dall’Accademia di Belle Arti di Terni.

La XIII° Stagione Concertistica è stata accompagnata quest’anno dalle creazioni di giovani disegnatori che attraverso le proprie opere hanno voluto dimostrare al pubblico quanto nell’arte contemporanea la Cultura del Disegno non è affatto superata , ma al contrario è il fondamento di ogni disciplina artistica visuale. Attraverso il segno l’artista materializza la propria creatività e le proprie idee , un mezzo di comunicazione capace di resistere alle mode, alle correnti e all’attacco delle nuove e più accattivanti tecnologie dell’immagine.

Dopo il successo del concerto di S. Stefano, l’esibizione di Nando Gazzolo e Giorgio Costa, questa edizione sta raggiungendo l’apice. Febbraio infatti si apre con un appuntamento attesissimo; il palco dell’Auditorium Gazzoli sarà teatro per l’esibizione del talentuoso pianista Marco Podestà che interpreterà le musiche di Chopin in occasione del bicentenario della nascita. Chopin fu uno dei pochissimi compositori di genio che si sia dedicato interamente ad un solo strumento. I suoi capolavori sono densi di un lirismo ardente e appassionato, di altissima poesia e forti sentimenti. Da un punto di vista tecnico utilizza un impiego personalissimo del pedale e un uso inedito delle risorse timbriche dello strumento, con lui la letteratura del pianoforte raggiunge un altezza che non doveva mai più essere superata.

Farà da sfondo alle note del compositore polacco , l’opera di Irene Frenguellotti, nata ad Assisi nel ’83 , formatasi presso l’Accademia di Belle Arti di Terni dove tutt’oggi collabora come titolare della cattedra di Special make-up. L’ambiente dell’Accademia ha contribuito a far maturare in lei una profonda passione per il disegno e la pittura , portandola a partecipare a concorsi e manifestazioni aristiche , ottenendo consensi e riconoscimenti:

- Mostra collettiva “La natività nell’arte contemporanea: i doni Oggi” presso la Cattedrale di Narni dal 19 dice ’09 al 06 genn ‘10

-12/19 luglio ’09 Prima mostra personale di pittura e disegno presso la Galleria”Le Logge “ di Assisi

-IV° classificata all’Estemporanea di Pittura promossa dalla Confcommercio di Gualdo Tadino

(3 maggio’09)

-Mostra internazionale d’Arte Conteporanea“ARMONIE E CONTRASTI”presso il Caffè Letterario

di Roma (18/29 Marzo 2009)

-Mostra Collettiva “IL CORPO A NUDO E L’ANIMA” presso la Galleria Oldrado da Ponte di Lodi (8/ 26 Novembre 2008)

-Rassegna di Arte Sacra di Libera Espressione “DALLA DENUNCIA AL MISTICISMO”presso la Bottega d’Arte di Modena (8/28 Marzo 2008)

-Esposizione personale in occasione del concerto di A.Barneschi della stagione concertistica ’07-’08 organizzata dall’associazione culturale Araba Fenice presso Palazzo Gazzoli di Terni (3 Febbraio 2008)

-I°Premio nella gara estemporanea “Premio Edgardo Giacchetti” a Bastia Umbra (Luglio 2007)

- Riconoscimenti nell’edizioni ‘06 e ’07 del “Premio Internazionale Roberto Quacquarini”Bastia Umbra

-Mostra Collettiva “Notte in Colore da Terni a Perugia” presso la Ipso Arts Gallery di Perugia (Dicembre ’06)

-Evento “Notte in Colore” indetta dall’Accademia di Belle Arti di Terni in collaborazione con Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Direzione Regionale per i beni culturali e Paesaggistici dell’Umbria in occasione delle Giornate Europee del patrimonio (Settembre 2006)

Il concerto conclusivo di questa edizione, si terrà domenica 21 marzo ’10. In quest’occasione si esibiranno l’Ensamble Amadeus, Roberto Romitelli, Augusto Ottaviani, Moira Michelini accompagnati dal disegno di Mauro de Angelis.

Info:

ACCADEMIA DI BELLE ARTI TERNI

CORSO TACITO,20

0744-431918

www.italianartschool.it

www.art-blog.it

info@italianartschool.it

martedì 26 gennaio 2010

Fiori. Natura e simbolo dal Seicento a Van Gogh

Cento grandi pittori e i fiori che non ti aspetti
24 gennaio 2010 - 20 giugno 2010 Musei San Domenico, Forlì

Considerata una delle più belle nature morte di tutti i tempi, la "Fiasca fiorita" di Forlì è un dipinto di cui non è stato ancora risolto il mistero. Non conosciamo il suo autore. I diversi nomi suggeriti (ad esempio Cagnacci) collocano il suo autore in un ambito artistico che ha come referente Caravaggio. Probabilmente il quesito è destinato a rimanere irrisolto. Una cosa però è certa: si tratta di un quadro eseguito non da uno specialista di fiori, ma da un grande maestro appartenente alla categoria, allora considerata la più prestigiosa, quella dedita alla rappresentazione della figura umana, alla pittura sacra, a quella di storia e al ritratto.

Attorno e a partire da questo capolavoro, nelle sale del Museo San Domenico di Forlì, si sviluppa una grande mostra che ripropone, da un punto di vista e con un approccio metodologico del tutto nuovi, la storia della pittura di fiori, tra il naturalismo caravaggesco e l'affermazione della modernità con Van Gogh e il simbolismo, giungendo fino alle soglie del Novecento, prima della comparsa delle avanguardie storiche.

I capolavori di Van Dyck, Brueghel, Cagnacci, Strozzi, Dolci, Cignani e di altri grandi pittori di storia che hanno eccezionalmente dipinto quadri di fiori, aiuteranno se non a risolvere, ad avvicinarsi al mistero, che è poi racchiuso nel segreto della sua straordinaria bellezza, della "Fiasca fiorita" di Forlì. All'apice del Barocco, la fortuna del genere porterà alla nascita di una vera e propria specializzazione e alla frequente collaborazione tra pittori di figura e pittori di fiori.

I 100 capolavori esposti dimostrano come i quadri di fiori o i quadri di figura dove l'elemento floreale assume un rilievo simbolico e formale eguale se non superiore abbiano raggiunto un'intensità e un'originalità estetiche assai superiori alla convenzionalità che caratterizza la pittura dei cosiddetti "Fioranti". Rispetto al Settecento, quando il tema sembra diventare prevalentemente decorativo, l'Ottocento conosce una straordinaria ripresa. Mentre gli specialisti riducono la pittura di fiori a una produzione esclusiva e di grande qualità, ma inevitabilmente commerciale, sono proprio i protagonisti dei grandi movimenti della pittura moderna, dal Romanticismo al Realismo, dall'Impressionismo al Simbolismo, a reinventare il genere dandogli un nuovo significato.

Hayez, Delacroix e Courbet, Fantin-Latour, Leighton, Moore, Alma Tadema, Gauguin e Monet, De Nittis, Boldini e Zandomeneghi, Böcklin, Van Gogh e Previati saranno rappresentati con quadri di fiori o di figure caratterizzati spesso proprio dalla ripresa di motivi seicenteschi, ma ispirati soprattutto dalla volontà, tutta moderna, di scardinare la gerarchia dei generi. Ai valori del contenuto si sostituiscono quelli della forma, unendo a nuove valenze simboliche (come accade anche in letteratura, se solo pensiamo ai Fleurs du Mal di Baudelaire) la magia della pura visione dell'occhio dell'artista che registra le impressioni della natura e crea una nuova realtà superiore, quella dell'arte.

Come la grande mostra canoviana del 2009, che ha riscoperto i fondamentali rapporti tra Canova e Forlì, anche questa volta la prima parte della rassegna intende approfondire gli interessi naturalistici nella società e nella cultura forlivese, mostrando il prestigio raggiunto a livello mondiale dal botanico Cesare Majoli (1746 - 1823). Le sue tavole illustrate di fiori saranno messe a confronto con i dipinti di alcuni dei maggiori "Fioranti" tra Seicento e Ottocento.

Il catalogo è edito da Silvana Editoriale

Maggiori informazioni sulla pagina Facebook della mostra FIORI

Distribuzione comunicati stampa internet
Maleva srl
www.maleva.it/marketing/
fabrizio.pivari (at) maleva.it

WORKSHOP LATITUDE NORD: GILLES VEXLARD - LAURENCE VACHEROT

ACMA WORKSHOP

LATITUDE NORD

GILLES VEXLARD - LAURENCE VACHEROT

PAESAGGIO E INFRASTRUTTURE. LA NUOVA GENERAZIONE

milano, 21-25 aprile 2010


Dighe trasformano intere vallate in sterminati laghi artificiali, viadotti attraversano luci impensabili ad altezze vertiginose, tracciati di gasdotti ridisegnano nuove geografie, campi eolici offshore nuovi pezzi di costa: la performance delle tecnologie non riesce più a stupirci, ma la loro presenza risulta sempre più estranea ed invasiva rispetto al nostro modo di percepire il paesaggio. Cosa impedisce di considerare i grandi lavori, un ponte, un traliccio, uno svincolo autostradale, monumenti al pari delle grandi opere del passato come gli acquedotti romani? Sono sufficienti gli strumenti normativi per evitare che tali oggetti ingombranti siano solo il risultato di esigenze tecniche necessarie ad uniformare il territorio ad un processo di uno sviluppo indefinito e ormai fuori controllo? Numerose esperienze in Europa hanno ormai dimostrato, attraverso studi ambientali e tecnologici, come sia superabile il conflitto tra infrastruttura e paesaggio elevando entrambi ad un livello di consapevolezza progettuale in grado di integrarne, arricchendo invece di ridurre, le qualità.

ATTIVITA'/ PROGRAMMA

Il workshop contempla una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni dell'autore attinenti il tema) e si svilupperà in tre fasi pratiche:conoscenza ed interpretazione del luogo (visione dei materiali e dell'area); elaborazione del progetto (singolarmente o in gruppo); dibattito e presentazione delle proposte.

ISCRIZIONI

Il workshop fa parte del programma di Master in Architettura del Paesaggio e di Formazione Permanente della UPC di Barcellona/ACMA Milano. Si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto a: diplomati, studenti e laureati nelle discipline di carattere tecnico-scientifico legate alla gestione del territorio (architettura, architettura del paesaggio, ingegneria, scienze ambientali, scienze naturali, scienze agrarie e forestali, beni culturali, antropologia, sociologia, urbanistica, scienze e politica del territorio ecc.). In particolare è indicato al personale, ai collaboratori e ai consulenti dei parchi e delle soprintendenze, agli studi professionali che operano nelle progettazione ambientale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto.


Per informazioni:

ACMA Centro di Architettura

via Antonio Grossich 16, 20131 Milano

Tel. +39 02.70639293 Fax.+39 02. 70639761

sito internet: www.acmaweb.com.

Caravaggio conferenze e visita guidata

CICLO CONFERENZE e VISITA GUIDATA

In occasione del 400° anno dalla morte del grande genio della pittura italiana Michelangelo Merisi detto CARAVAGGIO, accanto ai numerosi eventi espositivi presenti nella Capitale, si vuole dare uno spazio di conoscenza ed approfondimento storico-artistico attraverso n° 3 incontri/conferenze ed una visita guidata finale alla mostra presso le Scuderie del Quirinale.

Le tre conferenze avranno le seguenti argomentazioni:

1) GLI ANNI ROMANI

2) LE FUGHE

3) I CARAVAGGESCHI

Il ciclo di conferenze e la visita saranno curate dalla Dott.ssa Fabrizia Ranelletti, critico e storico dell’arte – www.fabriziaranelletti.it

Quota di partecipazione per tutte e 3 le conferenze compresa la visita guidata alle Scuderie del Quirinale € 190.00

Partecipanti minimo: 15 - Max: 25

Durata: 1,30 h ad incontro + visita guidata h. 1.30

Info e prenotazioni

Associazione Incontri e Eventi – www.incontrieventi.it

incontrieventi@alice.it - info@incontrieventi.it oppure 348.1498245 – 06.83601822

Calendario incontri:

Presso Associazione Massenzio Arte

Via del Commercio 12 - Roma

26 febbraio h. 18.30

5 marzo h. 18.30

12 marzo h. 18.30

19 marzo visita guidata

(possibilità di ‘pacchetto weekend’)

SOLO VISITA GUIDATA

La visita sarà guidata dalla Dott.ssa Fabrizia Ranelletti, critico e storico dell’arte – www.fabriziaranelletti.it

Contributo visita guidata e biglietto: € 20.00
Partecipanti minimo: 10 - Max: 25

Durata: 1,30 h
Appuntamento: ingresso Scuderie del Quirinale - orario stabilito al momento della prenotazione

Info

Dott.ssa Fabrizia Ranelletti – www.fabriziaranelletti.it - info@fabriziaranelletti.it

lunedì 25 gennaio 2010

Mostra Fondantico di Tiziana Sassoli

GALLERIA D'ARTE FONDANTICO

di Tiziana Sassoli



26 gennaio – 6 febbraio 2010


L'antico incontra il contemporaneo



Dal 26 gennaio al 6 febbraio compresi, in occasione di Arte Fiera Art First 2010, Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea presso la Fiera di Bologna, la galleria Fondantico di Tiziana Sassoli organizza la retrospettiva "L'antico incontra il contemporaneo".

Nella prestigiosa sede di via Castiglione 12/B, accanto ad alcuni capolavori della pittura bolognese del Seicento e Settecento, si potranno ammirare importanti opere di grandi pittori del Novecento, lavori di noti maestri viventi riconosciuti sul palcoscenico nazionale e di giovani e promettenti artisti. Obiettivo della gallerista bolognese è quello di avvicinare un pubblico giovane, curioso e sensibile, alle multiformi tendenze dell'arte contemporanea, dalla pittura alla scultura alla fotografia, con particolare attenzione alla qualità tecnica ed ai significati. Accanto a capolavori di importanti maestri del Novecento come Giorgio de Chirico, Franco Gentilini, Massimo Campigli, Carlo Carrà e Felice Casorati, dialogheranno le creazioni in rame di Nicola Zamboni e Sara Bolzani, i dipinti di Wolfango, Alberto Zamboni, Massimo Pulini, Davide Peretti e le fotografie di Andrea Maioli. Inoltre saranno presenti opere di Paola Martelli, Letizia Corraducci, Clara Finocchiaro, Guido Giancola, Ubaldo della Volpe, Luca Moscariello, Daniele Milanesi e Mirko Campioni.

Sabato 30 gennaio è prevista l'apertura straordinaria sino alla mezzanotte in occasione della Notte Bianca di Bologna.

Orari mostra: 10.00-13.00/16.00-19.30

chiuso giovedì pomeriggio e domenica

Fondantico di Tiziana Sassoli

Via Castiglione, 12 b 40124 Bologna

tel e fax 051.265980

fondantico@tiscalinet.it

www.seleart.com/fondantico

LOBODILATTICE Invito alla Visione - Copertina n.117‏

LOBODILATTICE - ARTE CONTEMPORANEA IN MOVIMENTO
COPERTINA N.117 selezionata da Alessandro Trabucco
CLAUDIO CAVALLARO - “Machine Resurrection” installazione farfalle di cartoncino trasparente opaco, dipinte con resina fluorescente trasparente. 2009

PRIMO PIANO

-IL GRANDE FRATELLO DI FONTANELLATO di Vanni Cuoghi ( A.D.L.D.B.E.D.M - n.02)

Il Borgo si trova tra Fidenza e Parma ed è di origini longobarde, il nome trae origine dall'abbondanza di acque sotterranee e affioranti e deve la sua fama all'imponente rocca circondata , ancora oggi, dal fossato.
La vera gemma della Rocca è la piccola camera, considerata il “boudoir” di Paola Gonzaga, il cui soffitto fu affrescato, nel 1523, dal Parmigianino e rappresenta il mito di Diana e Atteone.
La leggenda narra che gli affreschi fossero un monito lanciato da Galeazzo Sanvitale a chi avesse avuto l'ardire di spiare la bellezza della moglie nei momenti di ...intimità.
Per chi decide di affrontare un percorso mistico- gastronomico il consiglio è quello di partire con il piede giusto: si va dove la tradizione regna sovrana dal 1917 e cioè al Leon d'Oro, un posto dove avviene l'iniziazione alla cucina emiliana.


-LA CLASSIFICA DELLE COSE SU CUI FERMARSI A RIFLETTERE di Giovanni Cervi (STOP 5 n.01)

Evviva le produzioni dal basso, quando sono figlie di una creatività degenere e di competenza e attenzione per i dettagli. Ne voglio di più. Alla faccia delle Alte Sfere che non capiscono. Intraprendiamo.


-L'INGANNO DELLA NATURA di FULVIO DI PIAZZA

La galleria milanese Antonio Colombo presenta la mostra “Dio frana”, la prima personale del pittore siracusano Fulvio Di Piazza a Milano.
Lo stile di Di Piazza, classe 1969, a confine tra il simbolismo e il surrealismo, è molto personale, pur attingendo da un terreno antico, che va da Arcimboldo a Bosch, passando attraverso la cultura popolare del fumetto e dei cartoni, e rendendo omaggio alla lezione di Dalì, senza dimenticare i racconti fantastici di Jules Verne e le dimensioni delle fiabe cinematografiche di Tim Burton.


per informazioni su interviste, recensioni, rubriche, mostre e altro www.lobodilattice.com

domenica 24 gennaio 2010

ArteCremona - dal 13 al 15 febbraio 2010

Ritorna dopo il successo del 2009 ArteCremona, la mostra mercato d’arte moderna e contemporanea dedicata a tutte le forme di espressione artistica dal Novecento a oggi che ha debuttato lo scorso anno con ottimi riscontri da parte del pubblico e della critica specializzata

Dal 13 al 15 febbraio il Quartiere Fieristico di Cremona ospita l’appuntamento dedicato all’arte italiana del XX e del XXI secolo, “raccontata” attraverso una cinquantina di gallerie provenienti da tutta Italia e in particolar modo dalla Lombardia

Anche quest’anno, dopo la scelta vincente della prima edizione, ArteCremona ha organizzato forme di collaborazione con istituzioni culturali e associazioni di imprenditori locali

INAUGURAZIONE venerdì 12 febbraio alle 18,30

Apertura al pubblico

sabato 13 e domenica 14 febbraio dalle 10 alle 20, lunedì 15 febbraio dalle 10 alle 14

°°°°°

Dal 13 al 15 febbraio i padiglioni del Quartiere Fieristico di Cremona ospitano la seconda edizione di ArteCremona, mostra mercato d’arte moderna e contemporanea dedicata a tutte le forme di espressione artistica dal Novecento a oggi.

Presenti una cinquantina di gallerie provenienti da tutta Italia – molte dalla Lombardia ma tante anche da altre regioni compresa la Sicilia: i parametri di selezione sono stati adottati allo scopo di mantenere alto il livello qualitativo della manifestazione. Con le loro offerte artistiche di raffinata eleganza e originalità, le gallerie proporranno dipinti, sculture, disegni e altri oggetti d’arte capaci di suscitare, questo il principale obiettivo che l’appuntamento artistico si propone, l’attenzione di un pubblico colto e raffinato e l’ispirazione nei visitatori per nuove idee utili all’arredo di abitazioni e attività collezionistiche.

L’edizione 2010 fa seguito al grande successo riscontrato l’anno scorso: successo in termini di pubblico, con un’affluenza di visitatori che ha positivamente colpito sia l’organizzazione che gli espositori; ma anche in termini di affari conclusi, con le opere di grandi maestri del ‘900 andati letteralmente a ruba: a farla da padroni in particolare i pezzi di Lodola e Sironi; ne sa qualcosa lo stand Allegrini di Brescia, che nel giro di soli tre giorni, ha esaurito le opere in esposizione.

Ma ArteCremona non è solo un evento commerciale, ma un appuntamento importante in campo culturale da segnare sul calendario che, tra l’altro, qualifica Cremona tra i poli fieristici più importati d’Italia anche grazie al successo di ArteCremona. La sede dell’Ente Fiera di Cremona, infatti, ospita già nel corso dell’anno manifestazioni culturali riconosciute come CremonAntiquaria e MondoMusica e la scelta dell’allestimento per l’appuntamento odierno prevede stand raccolti e riservati, uno scenario ideale per chi si accosterà alle molteplici opere d’arte esposte.

Anche per questa seconda edizione ArteCremona gode della collaborazione di importanti istituzioni culturali cremonesi. ArteCremona si fregia inoltre del patrocinio e della collaborazione organizzativa del Comune e della Provincia di Cremona, nonché delle associazioni di categoria Associazione Industriali di Cremona e Libera Associazione Agricoltori Cremonesi con le quali verranno realizzate sinergie rivolte agli associati.

PER INFORMAZIONI

www.artecremona.it

info@artecremona.it

venerdì 22 gennaio 2010

Partecipa con me a NUAGES:Uno sguardo sul fumetto e l’illustrazione contemporanea su Amici di Informarte

Eventi d'Arte e incontro tra artisti, collezionisti ed appassionati
dores sacqueg…
dores sacquegna ti ha invitato all'evento 'N U A G E S:Uno sguardo sul fumetto e l’illustrazione contemporanea' su Amici di Informarte!
N U A G E S
Uno sguardo sul fumetto e l’illustrazione contemporanea

Lecce, Primo Piano LivinGallery
06 - 28 FEBBRAIO 2010

N U A G E S:Uno sguardo sul fumetto e l’illustrazione contemporanea Quando: 6 Febbraio 2010 alle 19:00 a 28 Febbraio 2010 alle 19:00
Luogo: Primo Piano LivinGallery
Organizzato da: Primo Piano LivinGallery

Descrizione evento:
Si inaugura sabato 06 FEBBRAIO ore 19,00 la mostra di fumetto e illustrazione contemporanea "NUAGES" a cura di

Dores Sacquegna e Luca Scornaienchi


Una mostra singolare, un melting pop di colori, storie, racconti per testi e per immagini di giovani e affermati artisti internazionali che operano nel settore del fumetto e dell'illustrazione.

ARTISTI:
Bruno Brindisi, Zelda Bomba, Marina Comandini Pazienza, Guido Corazziari, Alberto Corradi, Chiara Fedele, Francesca Follini, Massimo Giacon, Gipi, Stefan Havadi-Nagy, Herbot, Tanino Liberatore, Lunat, Maicol & Mirco, Cecile Marchand, Scott Massey, Niki.B, Carla Pott, Maurizio Rubichini, Luca Scornaienchi, Alessio Spataro, Mieke Van Ingen, David Vecchiato, Monte Wright.

Ospiti speciali durante l'opening, l'illustratrice Marina Comandini Pazienza (vedova del grande illustratore scomparso Andrea Pazienza) e Luca Scornaienchi, artista, regista e curatore, che presenteranno a Lecce il libro illustrato "Alice non sorride",Grifo Edizioni.

Lecce, Primo Piano LivinGallery
06 - 28 FEBBRAIO 2010


Evento: NUAGES
Giorni e Orari Visite: dal lunedì al venerdì : 11 – 19, sabato: 16 – 19,30
Sede: Primo Piano LivinGallery
Indirizzo: Puglia - Lecce | Viale Guglielmo Marconi 4
Telefono Sede: 0832.304014
Sito Web: www.primopianogallery.com
Email: primopianogallery@gmail.com
Curatori: Dores Sacquegna/Luca Scornaienchi
Tag: arte contemporanea (pittura,scultura)
Catalogo: (italiano)


Vedi altri dettagli e RSVP su Amici di Informarte:
http://informarte.ning.com/events/event/show?id=3187397%3AEvent%3A24415&xgi=4K91KL1FpTiRgG&xg_source=msg_invite_event
Informazioni su Amici di Informarte
In questo spazio tutti gli artisti e gli amici di informarte possono autonomamente promuovere le proprie mostre, attività, idee...
Amici di Informarte 790 membri
5680 fotografie
95 video
22 discussioni
549 Eventi
88 post del blog

martedì 19 gennaio 2010

ACMA - LABORATORIO MILANO. IL PARCO AGRICOLO SUD

MASTER E CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA UPC/ACMA

MILANO.IL PARCO AGRICOLO SUD

LABORATORIO IL PROGETTO DELLO SPAZIO PUBBLICO

MILANO, APRILE-LUGLIO 2010


La storia della Pianura Padana coincide con la storia della sua trasformazione, da una indistinta foresta planiziale in una delle macchine agricole produttive più efficienti (e contese) d'Europa. Eppure questa apparente uniformità di paesaggi, dalla periferia di Milano al Delta del Po, nasconde articolazioni e segni legati all'eterogeneità con cui le diverse comunità locali hanno proceduto nell'appropriazione del proprio territorio, dalle bonifiche alla gestione delle risorse idriche, alla distribuzione agraria ecc. Ora che il quadro economico globale assegna un ruolo diverso e marginale all'agricoltura, tale ricchezza culturale viene messa in discussione dalle esigenze di infrastrutturazione del territorio e dalle dinamiche del mercato immobiliare particolarmente attivo nelle vicinanze dei grandi insediamenti urbani.Nato nel 1990 e comprendente 61 comuni dell'hinterland milanese, il Parco Agricolo Sud realizza attività legate alla conoscenza, la valorizzazione e la promozione di uno dei paesaggi rurali più intensi di storia del nostro paese. Il laboratorio intende sviluppare una serie di proposte e di progetti mirati a sensibilizzare la cittadinanza su tale patrimonio e restituire centralità al paesaggio rurale nell'area metropolitana milanese.

ATTIVITA'/ PROGRAMMA

Il laboratorio comprende tre workshop che contemplano una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni dell'autore attinenti il tema) e si sviluppano in tre fasi pratiche: conoscenza ed interpretazione del luogo (visione dei materiali e dell'area); elaborazione del progetto (singolarmente o in gruppo); dibattito e presentazione delle proposte.

ISCRIZIONI

Il laboratorio fa parte del programma di Formazione Continua della UPC di Barcellona. Si configura come corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolti a laureati, professionisti e tecnici delle amministrazioni pubbliche. I programmi del master e dei corsi post-laurea della UPC/ACMA presentano i requisiti per l'ottenimento di borse di studio a copertura totale messe a disposizione da fondazioni, enti e istituzioni pubbliche (Province, Regioni) anche a carattere internazionale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto.

Per informazioni e iscrizioni:

ACMA Centro di Architettura

via Antonio Grossich 16, 20131 Milano

Tel. +39 02.70639293 Fax.+39 02. 70639761

lunedì 18 gennaio 2010

MIFA MILANO INTERNATIONAL FINE ART DAL 10 AL 18 APRILE 2010 AL PARCO ESPOSIZIONI NOVEGRO


DAL 10 AL 18 APRILE 2010

MIFA - MILANO INTERNATIONAL FINE ART

IL PARCO ESPOSIZIONI DI NOVEGRO APRE LE PORTE AD UNA RASSEGNA DEDICATA ALL'ARTE E AL BELLO IN OGNI SUA FORMA.


Con un'ampia selezione dei migliori antiquari, gallerie d'arte contemporanea e collezionisti provenienti da tutt' Italia MIFA è un evento di ampio respiro sul mondo dell'arte e del design.


Milano, 18 gennaio 2010


Dal 10 al 18 aprile 2010 Il Parco Esposizioni Novegro apre le porte a MIFA - Milano International Fine Art il nuovo imperdibile appuntamento per gli gli amanti dell'arte, dell'antiquariato di alta qualità e del design che vedrà la partecipazione di numerosi espositori di altissimo livello e prestigio.


Organizzata da Comis, MIFA - Milano International Fine Art si propone di diventare evento di riferimento nel mercato delle Belle Arti e dell'antiquariato nazionale e di caratterizzare, con un'immagine di alto profilo, la già ben radicata offerta di Parco Esposizioni di Novegro nel settore.

La data prescelta, a cavallo con le iniziative Milanesi dedicate al Salone del Mobile, e il coinvolgimento di istituzioni formative milanesi (IED) e di aziende del settore, consente di moltiplicare l'offerta dei beni in mostra ampliandosi al design più raffinato e moderno, all'arte moderna e contemporanea, esposti in un continuum temporale di sicuro effetto.


MIFA - Milano International Fine Art raccoglie l'esperienza delle rassegne di alto antiquariato ospitate negli ultimi tre anni presso il Parco Esposizioni Novegro.
A partire da questa profiqua esperienza, la rassegna intende evolversi e proseguire su un percorso di più ampio respiro, aprendosi ai temi del design e dell'arte contemporanea per costruire un evento complessivo di rilevante significato culturale e commerciale.

MIFA - Milano International Fine Art prevede la presenza di una sessantina di espositori che, pur rimanendo nei limiti di una puntigliosa selezione, arricchiranno l'offerta delle Mostre precedenti per quanto riguarda la diversificazione delle opere proposte. Accanto agli spazi espositivi, il ricco calendario di eventi in programma offrirà al pubblico di appassionati e di "amanti del bello" un appuntamento immancabile.


Per tutto il periodo di apertura MIFA ospiterà la mostra "I tavoli tematici di Carlo Scarpa per SIMON/Estel" curata dal Dott. Alceo Serafini di designdautore.it.

Carlo Scarpa è una tra figure più interessanti della scena italiana del Novecento. Intellettuale, artista, architetto e designer. Un personaggio sicuramente fuori dagli schemi. Il suo lavoro è ricordato per il segno originale e soprattutto per l'uso attento dei materiali naturali, che sa impiegare magistralmente in dettagli accuratissimi, complice la lezione organica di Frank Lloyd Wright.

La Mostra tematica prevede l'esposizione di 9 tavoli disegnati da Carlo Scarpa commissionati direttamente da Dino Gavina per la collezione SIMON.

Alcuni di questi tavoli presentati in mostra sono stati ri editati dal figlio Tobia Scarpa. Con lo scopo di attualizzare e dare continuità al lavoro del padre.

Durante l'esposizione verrà dato spazio anche alla monografia realizzata quest'anno alla Fondazione Quercini Stampalia di Venezia dedicata a Carlo Scarpa e al cortometraggio Carlo SCARPA e SIMON, regia di Riccardo De Cal prodotto da Estel.


Dal design storico alle nuove leve

Protagonisti speciali durante il MIFA - Milano International Fine Art saranno gli studenti del Corso di Scenografia degli Eventi della Sede milanese dell'Istituto Europeo di Design, network internazionale di formazione e ricerca nelle discipline del Design, Moda, Arti Visive e Comunicazione. A loro, pochi mesi fa, è stato affidato il progetto per l'allestimento dell'area ristorazione dello spazio fieristico. Un progetto speciale che sarà realizzato nei prossimi mesi e inaugurato per l'inizio del MIFA, e che avrà come filo conduttore il legame tra cibo e arte, nelle loro diverse connessioni, contaminazioni e ibridazioni nel tempo, nel costume, nella storia.


La date di MIFA - Milano International Fine Art (10 – 18 aprile 2010) vengono a coincidere in parte con quelle dell'ormai rinomato "Salone del Mobile" di Milano.
Visto quindi l'ampliarsi dell'offerta culturale ed espositiva di questa prima edizione e delle importanti collaborazioni attivate nel campo del design e dell'arte contemporanea, MIFA - Milano International Fine Art entra a a far parte degli eventi "Fuori Salone": una navetta gratuita collegherà infatti le zone più frequentate della settimana del design al Parco Esposizioni di Novegro.


Parco Esposizioni Novegro con la sua struttura monoplanare, ubicata nelle immediate vicinanze dell'aeroporto di Milano Linate, risulta infatti essere una location ideale, sia per il lay-out espositivo, sia per la caratterizzazione del polo che, tradizionalmente centro d'attrazione per il collezionismo di alto livello, sta integrando l'offerta con mostre antiquarie di alto livello.

Attivo dal 1969, grazie all'idea di Vincenzo Pagliuzzi e del figlio Gabriele Pagliuzzi, il polo espositivo di Novegro si è andato progressivamente sviluppando sino a raggiungere le dimensioni attuali,con una superficie complessiva di 200.000 mq., di cui 12.000 coperti ed un calendario annuale di 50 Manifestazioni fieristiche animate da oltre 3.000 espositori e frequentate da circa 350.000 visitatori.





MIFA - Milano International Fine Art

10 - 18 APRILE 2010

PARCO ESPOSIZIONI NOVEGRO

Milano Linate /Aeroporto

Ufficio Stampa:

Claudia Bergonzi – Tel 328 4567150

ufficiostampa.sb@gmail.com

Segreteria Organizzativa:

Comis c/o Parco Esposizioni Novegro

Tel 02 7562711 – Fax 02 70208352

mifa@parcoesposizioninovegro.it

www.parcoesposizioninovegro.it/mifa/




Date: da Sabato 10 aprile a domenica 18 aprile 2010

Orari:

da lunedì a giovedì 15.00/20.00

da venerdì a domenica 10.00/20.00

Biglietti: 12.00 euro

Come arrivare:

Auto: Dalla tangenziale Est (uscita n. 6 Linate) – seguire indicazioni Fiera Novegro

Treno: Dalla Stazione Centrale autobus STARFLY per Aeroporto Linate (ogni 20 minuti).

Autobus: Autobus 73/ da P.zza S.Babila (capolinea) per Aeroporto Linate con destinazione S.Felicino. Dopo l'Aeroporto 5a fermata: Novegro.

Claudia Bergonzi
Ufficio Stampa
Mifa - Milano International Fine Art
Parco Esposizioni Novegro
10-18 aprile 2010
+ 39 328 4567150

Lettera22 - documentario su Adriano Olivetti_ a Genova_ giovedì 28 gennaio 2010 ore 18,30



Lettera22_un documentario di Emanuele Piccardo su Adriano Olivetti

giovedì 28 gennaio 2010 ore 18,30

Ordine degli Architetti PPC di Genova

Piazza San Matteo 18

Lettera22 propone allo spettatore un viaggio all'interno di un mondo, quello olivettiano,
che ha determinato l'evoluzione economica, sociale, politica e culturale dell'Italia del
dopoguerra ancora oggi attuale come ha affermato Franco Ferrarotti, padre della sociologia
italiana.
Adriano Olivetti cresce in un ambiente rivoluzionario di stampo socialista, in cui il livello
di innovazione era già presente nel lavoro del padre Camillo, allievo di Galileo Ferraris.
Come il padre il giovane Adriano compie alla fine degli anni venti un viaggio negli USA
per imparare l'organizzazione del lavoro delle grandi fabbriche americane. Questa importante
lezione l'applicherà a Ivrea unendo l'organizzazione del lavoro con una nuova concezione
degli spazi industriali, progettati dagli architetti Luigi Figini e Gino Pollini. Da quel
momento a Ivrea verrà realizzata la modernità, unico esempio di città moderna italiana
finita dove, alla presenza della fabbrica, si uniscono le case per gli operai e i dirigenti,
gli asili, le scuole, le colonie diurne, i centri servizi sociali realizzate dai migliori architetti
italiani: Luigi Figini e Gino Pollini, Annibale Fiocchi, Ottavio Cascio, Marcello Nizzoli,
Gian Mario Oliveri, Ignazio Gardella, Eduardo Vittoria, Marco Zanuso, Igino Cappai e
Pietro Mainardis, Roberto Gabetti e Aimaro Isola, Mario Ridolfi e Wolfang Frankl,
Emilio Tarpino, Alberto Galardi, Giorgio Raineri...

Lettera22

Produzione: plug_in

Regia: Emanuele Piccardo

Sceneggiatura: Chiara Rolandi

Montaggio:Giorgia Villa

Musiche originali: Tiziano Lucci

Montaggio del suono: Marcos Molina

Mix: Paolo Segat

Luogo e anno di produzione: Italia, 2009

Realizzato con il sostegno di:

Consiglio Nazionale degli Architetti, Alma Mater Studiorum-Scuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio,
Ordine Architetti PPC di Torino
, Fondazione Ordine Architetti PPC di Torino,
Ordine Architetti PPC di Genova
, AXA Assicurazioni

con il patrocinio di:
Fondazione Adriano Olivetti, CNAPPC, docomomo_italia

Info:

e-mail: info@plugin-lab.it
www. plugin-lab.it

Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI